Cerca

'Ndrangheta: maxi confisca nel reggino, 5 societa' e 86 appezzamenti di terreno

Cronaca

Reggio Calabria, 19 mag. (Adnkronos) - Ci sono cinque societa', 86 appezzamenti di terreno per un'estensione complessiva di 700 ettari e disponibilita' finanziarie per due milioni di euro tra i beni confiscati a Salvatore Domenico Tassone, l'imprenditore della piana di Gioia Tauro punto di riferimento delle cosche di 'ndrangheta della zona negli appalti pubblici.

La Dia ha sottoposto a confisca la Costruzioni generali srl intestata alla figlia, la Edil Moviter snc di cui Salvatore Domenico Tassone e' socio insieme al fratello, la Facep srl, la Sud Appalti sas e la Pregranulati snc. Sono state confiscate anche tre cave utilizzate per l'estrazione e la lavorazione di materiale inerte a Giffone, Oppido Mamertina e San Leonardo di Palmi.

Nel complesso il valore di tutti i beni confiscati ammonta a 47 milioni di euro. Salvatore Domenico Tassone e' stato sottoposto inoltre alla misura della sorveglianza speciale. Nel corso delle indagini della Dia di Reggio Calabria, ha rivelato il colonnello Francesco Falbo in conferenza stampa, e' stato trovato un conto corrente in Lussemburgo sul quale erano depositati oltre 500mila euro. Ammontano a diversi miliardi di lire, inoltre, le movimentazioni di capitali registrate nel tempo su altri conti intestati alla moglie e ai figli. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog