Cerca

Borsa: Milano sale con Europa in attesa Ws, comprate banche e finanziari (2)

Finanza

(Adnkronos) - Sul Ftse Mib sale Azimut (+2,20% a 7,785 euro), maglia rosa del paniere davanti ai bancari, guidati da Unicredit che sale del 2,05% a 1,644 euro. Ieri l'ad Federico Ghizzoni ha detto che il gruppo dara' "tutta la collaborazione" all'agenzia Moody's, che ha messo i rating del gruppo sotto osservazione, "per vedere se riusciamo a mantenere il rating com'e'". Acquisti su Mps (+1,84% a 0,914 euro), Mediobanca (+1,83% a 7,775 euro) e Intesa Sp (+1,60% a 2,04 euro), in attesa che il cdg in agenda oggi pomeriggio decida il prezzo delle nuove azioni che verranno emesse con l'aumento di capitale, che dovrebbe partire lunedi' per concludersi il 3 giugno.

Denaro anche su Fiat, che guadagna l'1,38% a 6,965 euro, sulla scorta dell'accordo che Chrysler ha siglato con le banche sul rifinanziamento del debito, che dovrebbe consentire al gruppo americano di rimborsare i prestiti ottenuti dai governi di Usa e Canada. Bene anche St (+1,68% a 8,185 euro) e Mediaset (+1,17% a 4,168 euro). Cala Tenaris (-1,14% a 16,47 euro). Bpm sottoperforma il settore (-0,19% a 2,144 euro).

Sullo Star bene Falck Renewables (+2,21% a 1,482 euro), male Prima Industrie (-4,64% a 9,565 euro). Sull'All Share bene Aedes (+9,97% a 0,1346 euro) e Molmed (+9,02% a 0,5925 euro), dopo l'annuncio che sei abstracts su studi clinici delle proprie terapie sperimentali Ngr-hTnf e Tk sono stati accettati per presentazione al 47esimo convegno annuale della American Society of Clinical Oncology (Asco). Venduta Pininfarina (-5,02% a 4,16 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog