Cerca

Imperia: procura Torino, giudice Boccallatte chiedeva denaro in cambio di favori giudiziari (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Dalle indagini, secondo gli inquirenti, risulta che Andreacchio avrebbe promesso a Boccallatte e Fasolo del denaro in cambio dell'impegno del magistrato a redigere un provvedimento a lui favorevole relativo alla proposta della questura di Imperia di sottoporlo alla sorveglianza speciale.

Fasolo e Sansalone avrebbero promesso a un detenuto di interessare, dietro compenso in denaro, altre persone in grado di influire sul Tribunale della Liberta' di Genova per fargli avere una misura cautelare meno afflittiva. Boccallatte sconta gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Limone Piemonte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog