Cerca

Moratti fischiata a Milano. Pisapia dice no a un nuovo confronto tv con la sfidante

Politica

Milano, 19 mag. (Adnkronos/Ign) - Contestazioni questa mattina a Letizia Moratti, candidata sindaco alle comunali di Milano per il centrodestra, intervenuta al presidio organizzato dalle associazioni di disabili e portatori di handicap, in piazza Duca D'Aosta a Milano. La Moratti, accolta dai fischi, ha assicurato ai partecipanti al presidio: ''Condivido la vostra posizione e mi farò parte attiva per parlare con il ministro Sacconi per eliminare i tagli al sociale''.

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa critica la contestazione di oggi contro il candidato sindaco del centrodestra: ''I fischi alla Moratti - sottolinea - sono la prova che la sinistra preordina e organizza contestazioni a livelli istituzionali, secondo il suo costume di aggredire l'avversario politico''.

''Succede anche a me: quando intervengo a manifestazioni senza preavviso - spiega - non vengo contestato, quando il mio intervento è annunciato in anticipo trovo sempre gruppi organizzati che fischiano. La Moratti faccia tesoro di questi fischi, che testimoniano che l'aggressione è il tratto caratteristico della sinistra''.

Riguardo alla campagna del centrodestra in vista del turno di ballottaggio a Milano, La Russa ha dichiarato: ''Abbiamo sette giorni: in questa fase i milanesi dovranno decidere se essere governati dalla Moratti o dal Leonkavallo''. ''Non vogliamo che Milano sia in mano alla sinistra, con moschee e baraccopoli dei rom in ogni quartiere'', ha aggiunto.

Intanto, il candidato sindaco del centrosinistra alle comunali di Milano Giuliano Pisapia ha rifiutato un nuovo confronto tv con la Moratti dopo il primo discusso faccia a faccia a Sky. "In questi giorni sono arrivate alcune richieste di confronti televisivi - spiega il portavoce Maurizio Baruffi - in relazione al ballottaggio di domenica e lunedì 29 e 30 maggio".

Il portavoce sottolinea la decisione "di proseguire la campagna elettorale con serenità e impegno nei quartieri di Milano, fra i cittadini, ascoltando il loro punto di vista e cercando le migliori soluzioni per il governo di Milano". Il portavoce di Pisapia aggiunge: "Abbiamo deciso di non trasformare questi ultimi giorni di campagna elettorale in un talk show permanente, ma di continuare a dialogare con i cittadini milanesi".

In un comunicato della redazione di 'Porta a porta', si legge che Baruffi ha comunicato a Bruno Vespa l'orientamento del candidato sindaco a non accettare altri faccia a faccia con il sindaco uscente 'vista la scorrettezza che nel confronto che ha preceduto il primo turno ha indotto Pisapia a querelare la Moratti per diffamazione aggravata'". Il sindaco di Milano si era dichiarato invece disponibile al confronto da Vespa.

Lunedì nello studio di 'Porta a Porta' si confronteranno i due candidati di Napoli Gianni Lettieri e Luigi De Magistris.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog