Cerca

Animali: niente code mozze per i cani, Migliori (Pdl) scrive a Fazio

Cronaca

Firenze, 19 mag. - (Adnkronos) - ''Le code ai cani non si possono piu' tagliare. Si', ma finora la caudectomia e' stata praticata. Che fare? Valutare la possibilita' di togliere il principio della retroattivita' dall'ordinanza ministeriale''. A sottoporre la questione al ministro della Salute, Ferruccio Fazio, e' il deputato fiorentino del Pdl Riccardo Migliori, vicecoordinatore regionale vicario del Pdl in Toscana, che al ministro ha scritto oggi una lettera proprio su questo tema.

''Mi preme segnalare - scrive Migliori - che l'Ordinanza ministeriale del 22 marzo 2011 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n° 110 il 13 maggio 2011 a firma del Sottosegretario Martini, a funzione di modifica della precedente Ordinanza Ministeriale del 3 marzo 2009 ''Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani'', colpisce e penalizza di fatto tutti gli allevatori che, in bona fide e perfetto regime di legge, hanno sottoposto negli anni passati i loro cani a caudectomia e ora si trovano fortemente penalizzati da una norma di fatto retroattiva, per di piu' con l'aggiunta di risvolti giuridici penali. Oltretutto prevedendo, altresi', il divieto di vendita e di esposizione dei soggetti sottoposti a caudectomia''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog