Cerca

Immigrati: Sfiorata tragedia in mare, principio incendio su barcone/Il Punto

Cronaca

Lampedusa (Agrigento), 19 mag.- (Adnkronos) - (dall'inviato Elvira Terranova) - L'allarme viene lanciato poco prima delle tredici. Un principio d'incendio che si sviluppa nel vano motore del barcone in legno che galleggia stanco a venti miglia da Lampedusa rischia di fare affondare l'ennesima carretta del mare. A bordo ci sono 500 profughi, partiti martedi' mattina dalla Libia. E' il panico.

Per fortuna, due motovedette della Guardia di Finanza sono nelle vicinanze perche' allertate dall'elicottero delle Fiamme gialle che in mattinata aveva avvistato l'imbarcazione. Quattro finanzieri salgono a bordo del barcone in avaria e riescono a spegnere, solo dopo interminabili minuti di tensione, l'incendio. Ma il natante non e' piu' governabile ed e' in balia delle onde. Cosi' interviene il Comandante della Capitaneria di porto di Lampedusa, Antonio Morana che coordina le operazioni di soccorso e manda altre tre motovedette a cui si aggiunge un ulteriore mezzo della Finanza.

Iniziano i momenti piu' concitati della traversata, il trasbordo. Come sempre ci sono donne in stato di gravidanza, alcune anche al nono mese, bambini molto piccoli e persino donne anziane. Il barcone e' sempre in balia delle onde, ma il trasbordo viene eseguito con la solita professionalita' degli uomini della Guardia costiera e della Finanza. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog