Cerca

Wojtyla: Strinati, se volevano un santino non dovevano chiedere a Rainaldi

Cronaca

Roma, 19 mag. (Adnkronos) - "Premesso che per ora ho visto solo la foto della statua di Wojtyla, se volevano un santino non dovevano chiederlo a Oliviero Rainaldi. Lui non e' uno che fa santini, non e' uno edulcorato. Ed ha raffigurato Wojtyla non come lo volevano i religiosi ma come lo vede lui". Claudio Strainati, direttore generale del Mibac ed ex sovrintendente al polo museale romano, interviene cosi' nella polemica sulla statua del Beato Giovanni Paolo II realizzata da Oliviero Rainaldi, che sta ricevendo diverse critiche, comprese quelle dell'Osservatore Romano.

"Avendo visto l'opera solo in foto non sono in grado oggettivamente di esprimere un mio giudizio preciso. Dalle fotografie, pero' -dichiara Strinati all'ADNKRONOS- mi sono fatto l'idea che e' un po' strana per l'autore. Io conosco bene Rainaldi ed ho anche scritto su di lui in passato. E' un'artista notevole. Ed e' molto raffinato mentre quest'opera dalla foto sembra molto dura".

"Posso capire -aggiunge lo studioso- la reazione della Chiesa che puo' non riconoscere nell'opera il carattere del Beato, pero' questo giudizio dal punto di vista artistico vale fino ad un certo punto. Il giudizio dei religiosi si basa su dei canoni di ortodossia mentre quello degli studiosi d'arte si basa su altri principi e quello del pubblico su altri ancora. E' chiaro che Rainaldi lo ha raffigurato non come lo vogliono i religiosi ma come lo vive o lo vede lui. Tra l'altro -sottolinea ancora Strinati- Rainaldi e' un artista che e' molto calato negli argomenti religiosi, ha lavorato molto nel campo dell'arte sacra. Ma non e' uno educolrato. Non e' uno che fa i santini. Insomma, se si voleva un santino non bisognava chiedere a lui", ribadisce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog