Cerca

Unita' d'Italia: Lella Costa e Marco Lodoli a confronto sulla lingua italiana (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Quale dunque la soluzione? E la colpa? puo' essere attribuita alle nuove tecnologie che impongono ritmi e modi di comunicazione differenti? ''E' da furbetto usare gli strumenti come se fossero un alibi. Nessuno ci impedisce di scrivere un sms in buon italiano, utilizzando magari anche la punteggiatura'', ha chiosato Lella Costa - semmai e' necessario che venga data a tutti la possibilita' di entrare in confidenza con le parole perche'anche loro hanno un tempo di vita. Per fare questo, pero', e' necessario che si rifletta sul fatto entrando in libreria viene il sospetto che ci siamo piu' scrittori che lettori''.

Per questo, secondo Lodoli ''serve ridare a tutti, ma sopratutto ai giovani ,il protagonismo. Oggi i ragazzi leggono solo libri che raccontano di personaggi in cui si identificano per eta' o condizione sociale, il resto viene considerato 'roba da vecchi'. Bisogna, invece, lavorare per trasformare completamente il paese, sia sul piano sociale, sia su quello culturale. Fare cioe' - ha concluso - un passo in avanti e insegnare che l'altro e' qualcuno con cui ci si puo' parlare e confrontare''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog