Cerca

Strauss-Kahn: il sei giugno la prossima udienza in tribunale

Esteri

New York, 20 mag. - (Adnkronos) - La prossima udienza formale per Dominique Strauss-Kahn e' stata fissata il sei giugno. Come hanno precisato gli avvocati difensori, il loro cliente, che ieri e' stato incriminato formalmente per sette capi d'accusa, si dichiarera' in quell'occasione innocente per tutte le accuse.

Nel frattempo, l'ex direttore del Fondo monetario internazionale, che dovrebbe uscire oggi dal carcere di Rickers Island dove si trova da lunedi' scorso, rimarra' agli arresti domiciliari in un appartamento di Manhattan, sorvegliato con un braccialetto elettronico e da una o piu' guardie private, grazie al pagamento di una cauzione di un milione di dollari, e a garanzie per cinque milioni di dollari provenienti dalla casa di Washington e di altri beni di proprieta' della moglie, Anne Sinclair, come ha sancito sempre ieri il 'grand jury'.

Le accuse formalizzata ieri sono ''estremamente gravi''. ''Il grand jury ha stabilito che le prove sostengono atti di costrizione sessuale non consensuale'', ha dichiarato il procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance, che si era opposto per la seconda volta al rilascio di Strauss-Kahn.

Il giudice della corte suprema dello stato di New York, Michael Obus, ieri ha ribadito il suo timore per la possibilita' che Strauss-Kahn lasci il paese e rivolgendosi direttamente all'imputato lo ha avvertito che gli arresti domiciliari potranno essere revocati ''se vi sara' il minimo problema'' nel rispetto delle regole imposte. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog