Cerca

Unita' d'Italia: Lella Costa e Marco Lodoli a confronto sulla lingua italiana

Cronaca

Torino, 19 mag. - (Adnkronos) - La complessita' della lingua italiana, le sue mille sfaccettature, le modificazioni che subisce a seconda dei contesti in cui viene usata e degli strumenti impiegati sono state le protagoniste del quarto e ultimo appuntamento organizzato da Eni in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unita' d'italia che hanno richiamato nel capoluogo piemontese personaggi noti del mondo della cultura, dello sport e dello spetttacolo perconfrontarsi sugli elementi unificanti del paese, televisione, umorismo e identita'.

A parlare di lingua italiana, Lella Costa, attrice famosa per i suoi monologhi teatrali e Marco Lodoli, scrittore e giornalista, ma anche docente di italiano in un istituto professionale della periferia di Roma, moderati da Neri Marcore' e accompagnati nella conversazione dal video di Sergio Toffetti, una cronaca per immagini della storia d'Italia attraverso rimandi cinematografici e televisivi, musicali e letterari.

''La lingua italiana e' per me un gioco, con il quale e' bene pero' entrare in confindenza, perche' solo cosi' si puo' provare la gioia di trovare l'aggettivo giusto o l'avverbio appropriato - ha sottolineato Lella Costa - e' il fascino delle parole, di cui la nostra lingua e' cosi' ricca da permetterti di trovare un'espressione per tutto'', ha aggiunto confessando che se per nulla la spaventa il turpiloquio, non altrettanto si puo' dire per l'uso che oggi sempre piu' spesso si fa della parola. ''Mi inquita che si possa dire di tutto e poi negarlo un minuto dopo, perche' vuol dire che cio' che diciamo vola via, si perde, mentre invece cio' che si dice, non solo quello che si fa, deve avere un peso''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog