Cerca

Napoli: de Magistris, vincero', la citta' non vuole Lettieri-Cosentino

Politica

Roma, 20 mag. (Adnkronos) - "Napoli non vuole essere amministrata dal candidato di Nicola Cosentino, sul quale pende una richiesta di arresto per concorso esterno in associazione camorristica. Io al contrario di Lettieri la mattina non devo fare un giro di telefonate per sapere quanti del suo entourage sono ancora a piede libero". Luigi de Magistris prepara il ballottaggio spingendo sul tema della legalita' e della trasparenza.

Nel corso del faccia a faccia con Gianni Lettieri su Sky tv, l'europarlamentare dell'Idv giunto inaspettatamente al secondo turno delle comunali a Napoli, sottolinea il profilo di autonomia della sua candidatura ("non sono l'espressione dei partiti ma dei napoletani", ha detto l'ex pm) e promette un'amministrazione onesta della citta'. "La mia -dichiara- sara' una giunta dalle mani pulite, le mie liste sono pulite, non c'e' alcun appartenente alla camorra. Nel mio programma c'e' un taglio netto tra la camorra e la politica. Io infatti non mi accompagno a Nicola Cosentino che e' la persona e che ha presentato Gianni Lettieri a Berlusconi".

"Per togliere linfa alla camorra -prosegue de Magistris- occorre dare il lavoro e considerarlo come un diritto e non come un privilegio elergito dal potere politico, in secondo luogo occorre 'riaprire' la citta', creando luoghi di aggregazione sociale e culturale. Se la citta' viene vissuta a pieno dai suoi cittadini, se la gente va fuori la sera, tanti episodi di microcriminalita' di cui abbiamo letto non ci sarebbero stati". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog