Cerca

Sanita': lavoro e salute, il problema silice sotto la lente in Toscana (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Il nostro ruolo - spiega Maurizio Romanelli, associato di Chimica fisica dell'Ateneo fiorentino, e membro del Comitato organizzatore - e' stato quello di individuare quali abbinamenti di tecniche mineralogiche e spettroscopiche consentono di rilevare durante i processi produttivi le alterazioni della silice, che possono essere veicolo di possibili effetti patogeni''.

''In parallelo - afferma Fabio Capacci, del Dipartimento Prevenzione della Azienda Sanitaria di Firenze e membro del Comitato organizzatore - dagli Enti a cio' preposti sono state verificate le condizioni di esposizione nei settori lavorativi indagati, ed effettuati interventi per ridurre l'esposizione degli addetti. Di particolare interesse, quello condotto nel settore dell'edilizia che, per la numerosita' degli addetti, rappresenta oggi il settore lavorativo con i maggiori rischi di esposizione a silice libera cristallina e dove piu' difficile risulta la diffusione di buone pratiche per la protezione dalle polveri''.

''La ricerca - conclude Romanelli - rappresenta un'importante tappa della collaborazione fra enti di ricerca e servizio sanitario, ed in particolare fra Regione Toscana e Ateneo fiorentino''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog