Cerca

Roma: Alemanno, Stefano Gay Tache' un angelo sulla nostra citta'

Cronaca

Roma, 20 mag. - (Adnkronos) - ''Stefano sara' una presenza costante su questa citta'. Un angelo, un amico di tutti i bambini di Roma vittima dell'odio, di una violenza cieca e scellerata. Un monito, un messaggio per il futuro''. E' quanto ha dichiarato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno presentando oggi sulla piazza del Campidoglio la IX edizione del premio Stefano Gay Tache', il bambino di due anni ucciso nell''82 da un attentato alla Sinagoga romana, uno dei progetti che insieme ai Viaggi nella Memoria, lega l'assessorato alla famiglia, all'educazione e ai giovani alla comunita' ebraica di Roma.

Accanto al sindaco di Roma l'assessore Gianluigi De Palo, il presidente della Comunita' ebraica di Roma Riccardo Pacifici, il presidente dell'associazione Ebraismo e dintorni, Raffaele Pace, il coro della scuola della Comunita' ebraica di Roma.

Il sindaco di Roma ha poi ricordato che ''il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inserito il nome di Stefano Gay Tache' tra le vittime del terrorismo''. E ha esortato le scuole romane ''a dedicare un istituto alla memoria delle giovani vittime''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog