Cerca

Ikea: Staccioli (Lega Nord), a Massa? Un'idea nostra del 5 luglio scorso

Economia

Firenze, 20 mag. - (Adnkronos) - ''Apprendiamo con piacere che la nostra idea di collocare Ikea sul territorio di Massa, che risale al 5 luglio 2010, piace anche al primo cittadino del capoluogo apuano, il quale avrebbe potuto perlomeno riconoscerci la paternita' dell'idea. Il sindaco, invece, non si degno' nemmeno di contattarci quando avanzammo la nostra proposta quasi un anno fa. Proposta, poi, rilanciata a distanza di cinque mesi, che fin dall'inizio prevedeva il territorio di Massa come ipotesi alternativa a quella di Migliarino, in quanto meno impattante sull'ambiente e sull'economia locale''. E' quanto afferma Marina Staccioli, vicecapogruppo della Lega Nord Toscana in Regione, sull'ipotesi di portare Ikea a Massa.

''E' vero - aggiunfe Staccioli - che la Giunta regionale non fa che attingere dalle proposte di legge della Lega Nord per sviluppare le proprie, come, per esempio, quelle inerenti le norme per il contrasto alla delocalizzazione, le norme a favore del commercio ambulante, e il ripristino dell'obbligo di dichiarazione dei prezzi minimi per le strutture ricettive, ma capire che le nostre idee piacciono anche agli Enti locali, se riusciamo a mettere da parte un po' di quell'orgoglio che ce le fa rivendicare, non puo' che farci piacere. Dopo le consultazioni informali che abbiamo avuto qualche mese fa con i dirigenti dell'azienda svedese, anticipo che a mio avviso il mercato delle Jare non puo' essere appetibile per Ikea, in quanto l'area, oltre ad essere distante dalle arterie autostradali, e' troppo piccola''.

''Ikea, da quanto ho potuto capire - prosegue l'esponente toscana del Carroccio -, e' infatti alla ricerca di spazi piu' ampi nei quali creare veri e propri poli commerciali. Noi rilanciando l'idea dell'area Eaton per insediare la ''multinazionale dell'arredamento fai da te'' ed invitiamo il Sindaco a trattare con Ikea senza svendere il territorio massese. Consentire agli svedesi di fare i padroni a casa nostra - conclude Staccioli - significherebbe ritrovarsi con un grande polo commerciale che distruggerebbe i nostri commercianti''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog