Cerca

Cinema: This must be the... Palma? Penn si sbilancia, spero di festeggiare (2)

Spettacolo

(Adnkronos/Cinematografo.it) - This Must Be the Place - in autunno in Italia, con Lucky Red (che ha finanziato il progetto assieme a Indigo, Medusa, Arp, France 2 Cinema, Element Pictures, Bord Scanna'n e Irish Film Board) - e' un film di viaggi, di traiettorie nuove, sfide personali. In cammino si mette Cheyenne, la rockstar che vive prigioniera delle proprie paure in una grande villa alla periferia di Dublino. Si muovera' dall'Irlanda all'America - via nave - e poi da New York al New Mexico, da qui allo Utah, per le esequie del padre da principio, alla ricerca di un aguzzino nazista poi.

"La vendetta e' un tema prettamente americano - dice Sean Penn - e basta vedere quale e' stata la nostra reazione emotiva dopo l'uccisione di Osama". Ma, aggiunge, "l'unico approccio filosofico al film e' quello del viaggio di scoperta di se'".

Non diverso da quello intrapreso da Sorrentino nel momento in cui ha deciso di posare lo sguardo su una terra non sua: "L'America e' la terra del cinema - dichiara il regista napoletano - e non solo per i grandi spazi. Le mie origini italiane mi hanno spinto anche ad esplorare gli interni, le case, guardavo ogni cosa con gli occhi di un bambino". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog