Cerca

Unita' d'Italia: a Firenze convegno su ruolo Svizzera nel Risorgimrnto (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Giovanni Cipriani, associato di Storia moderna dell'Ateneo fiorentino, riferira' sul libro di memorie di Jean Debrunner, uno dei soldati svizzeri al fianco della Repubblica Veneta di Daniele Manin, mentre la nascita del corpo di assistenza internazionale della Croce Rossa per impulso di Henry Dunant, spettatore del numero impressionante dei feriti e dei morti della battaglia di Solferino, sara' ricostruita da Paolo Vanni (Universita' di Firenze).

''Cavour - spiega Giovanni Cipriani, fra gli organizzatori del convegno - era di madre svizzera (Ade'le de Sellon apparteneva ad una nobile famiglia calvinista di Ginevra) e ricevette un forte appoggio alla sua azione politica dalla Svizzera e dalle comunita' protestanti: uno dei suoi primi atti dopo l'Unita' fu la concessione dei diritti politici e civili e della liberta' religiosa agli ebrei e ai protestanti''.

''Ma anche nella storia di Firenze - continua Cipriani - la presenza degli svizzeri e' significativa e fiorente: alcuni si dedicano al commercio e alla ristorazione (come la famiglia ''Gilli'' che fin dalla prima meta' del Settecento apre in via de' Calzaiuoli il progenitore dell'attuale caffe' in Piazza Repubblica), altri spostano a Fiesole dalla Svizzera la lavorazione della paglia per i minori costi di produzione e nel 1819 Giovan Pietro Vieusseux, mercante di origine ginevrina, fonda a Firenze il Gabinetto scientifico-letterario omonimo, che diviene punto d'incontro tra la cultura italiana e quella europea. E proprio nel cuore della citta' ancora oggi troviamo il Cimitero cosiddetto degli Inglesi, in realta' acquistato dalla Chiesa evangelica riformata svizzera per la sepoltura dei protestanti, ma usato anche dai greco-ortodossi e dai russi''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog