Cerca

Prato: Morganti (Lega Nord), sui profughi un vero smacco istituzionale

Cronaca

Prato, 20 mag. - (Adnkronos) - Sull'argomento profughi a Prato, interviene l'eurodeputato Claudio Morganti, segretario nazionale della Lega Nord Toscana, evidenziando che ''il problema non sono i 14 profughi giunti a Prato, ma come sono stati imposti, saltando in maniera irrispettosa e disconoscendo l'istituzione Comune di Prato. E' inutile che Bugetti, Gestri, Rossi, Logli, Ferrara e altri si nascondano dietro un dito: lo sanno tutti che gli immigrati sono stati sistemati forzatamente a Prato per fare uno smacco al centrodestra. Nonostante i rappresentanti del Pd siano convinti del contrario, i pratesi non sono stupidi e hanno capito benissimo a che gioco stanno giocando i rappresentanti del Pd e dell'IdV''.

Quanto, invece, alle dichiarazioni della segretaria del Pd, Ilaria Bugetti, che ha accusato il sindaco Roberto Cenni, di "becero leghismo" per quanto ha detto sul tema profughi, a mettere i punti sulle 'i' e' proprio la segreteria provinciale del Carroccio laniero. ''Da parte della Lega Nord di Prato forse vi aspettereste parole di dura condanna alla presa di posizione di Bugetti, invece le esprimiamo il nostro ringraziamento. Se da un lato possiamo considerare l'aggettivo "becero" del tutto soggettivo e, peraltro, applicabile a molte delle scelte politiche che negli anni passati hanno penalizzato Prato, dall'altro apprezziamo la veste di leghista che Bugetti ha riconosciuto al nostro sindaco. E' un complimento che, ci auguriamo, anzi ne siamo certi, Roberto Cenni sapra' meritare sempre piu' col passare dei giorni con l'attenzione che ha per Prato e per i pratesi''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog