Cerca

Toscana: Monaci, essenziale insegnare la pace ai giovani

Cronaca

Firenze, 20 mag. - (Adnkronos) - Non c'e' stato ''lavoro di staff'', ne' passaggio di carte, ne' gestione ''di segreteria'', assicura Alberto Monaci davanti alla platea della Sala Gonfalone di Palazzo Panciatichi. La decisione di pubblicare ''I miei vent'anni - le memorie di un soldato'' di Carlo Romoli, il presidente del Consiglio regionale della Toscana l'ha presa dopo aver sfogliato il testo e i disegni del libro che racconta gli anni intensi (1941-1946) in cui quel giovane pisano, Carlo Romoli appunto, appena ventenne, venne richiamato al fronte.

Il fronte di Russia. In quelle righe e in quei disegni (anch'essi opera di Romoli) Monaci ha letto un messaggio, perfetto nell'anno del 150° dell'unita' d'Italia e intatto per ogni anno, affacciato nel futuro: ''E' essenziale spiegare ai giovani che l'assolutismo e' una cosa perversa; che una volta avviato non si ferma, e che non e' scontato, non lo sara' mai, che non si ripeta cio' che gia' e' accaduto nel 1940''.

Il libro di Romoli, presentato con l'autore questa mattina a Firenze, in Palazzo Panciatichi, sdipana dunque i ricordi concentrati nei sei anni che vanno dal febbraio 1941 alla fine del 1946. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog