Cerca

Energia: Porto Tolle, mozione leghista in Consiglio regionale Veneto (2)

Economia

(Adnkronos) - Sulla centrale di Polesine Camerini, ricorda la mozione leghista, pende un investimento enorme da parte di Enel: ''La somma totale impegnata ammonta a circa 2,5 miliardi, interessando oltre 3.000 posti di lavoro per i 5 anni necessari a costruire l'impianto. Inoltre in vista dell'avvio dei cantieri, previsto per fine anno, Enel aveva gia' qualificato 400 aziende e indetto 52 gare d'appalto per un valore di circa 1,8 miliardi, cioe' il 70% dell'intero investimento. Tutto questo rischia di andare perduto se, come annunciato, Enel decidera' di migrare all'estero per un progetto che avrebbe potuto essere realizzato in Veneto''.

''L'accoglimento da parte del Consiglio di Stato del ricorso degli ambientalisti rischia di avere esiti drammatici per l'economia veneta e di cancellare un progetto necessario alla sicurezza dell'approvvigionamento energetico del Paese e della Regione, contribuendo ad abbattere in maniera decisiva il costo della bolletta grazie alla riconversione con tecnologie avanzate a carbone pulito'', conclude la mozione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog