Cerca

Comunali: Fazzone (Pdl), Alemanno ha perso occasione per tacere

Politica

Roma, 20 mag. - (Adnkronos) - "Non esiste nessuna candidatura doppia perche' il Pdl e' presente con un solo candidato in ogni citta'. A meno che per 'candidature doppie' il sindaco di Roma non intenda riferirsi a persone che non hanno mai fatto parte del PdL, che non hanno mai proposto la propria candidatura con il centrodestra e che sono scese in campo con una lista che fino ad oggi non si era mai presentata alle elezioni". Lo dichiara il senatore Claudio Fazzone, coordinatore del Pdl in provincia di Latina.

"E' giusto che al ballottaggio ci sia un confronto, nessuno ne fa una tragedia perche' in democrazia a scegliere sono sempre i cittadini, ma e' singolare che si parli di 'candidature doppie' ed e' grave che un dirigente nazionale come Alemanno, forse per difendere posizioni di amici personali o forse per prefigurare fughe in avanti che non ci auguriamo, inviti a votare candidati estranei ed avversari al Pdl".

"Credo che dovra' essere questo il vero oggetto di confronto nel partito. In caso contrario, significherebbe affermare una logica in base alla quale fra due anni a Roma saremmo tutti liberi di votare un candidato diverso da Alemanno: e' una logica che denota scarso senso di responsabilita' e che chi proviene dalla mia formazione politica non potra' mai accettare. A Terracina, naturalmente, il PdL sostiene con convinzione il suo candidato Nicola Procaccini, sostenuto da una coalizione che al primo turno si e' gia' aggiudicata la maggioranza in consiglio comunale. E non riteniamo - conclude Fazzone - che il PdL possa accettare lezioni sulla scelta delle candidature da chi, evidentemente, e' diventato sindaco di Roma per essere stato indicato e sostenuto dal suo partito e non certo per un lascito ereditario".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog