Cerca

Arte: alla 54ma Biennale Fernando Prats rappresenta il Cile (2)

Cultura

(Adnkronos) - Commemorando il centenario del mitico annuncio che sarebbe stato pubblicato sul Times dall'esploratore irlandese Ernest Shackleton, Prats ha piazzato sull'Isola Elefante lo stesso testo: "Si cercano uomini per viaggio rischioso, bassa ricompensa, freddo estremo, lunghi mesi di oscurita' totale, pericolo costante, dubbio ritorno sani e salvi, onore e merito in caso di successo".

Il Padiglione cileno alla Biennale di Venezia costituisce un elemento determinante nell'ambito delle politiche di internazionalizzazione delle arti visive del Cile. Negli ultimi anni si e' andata definendo una presenza graduale. L'edizione precedente, nel 2009, e' diventata un evento storico con la presentazione dell'opera dell'artista Ivan Navarro al primo padiglione esclusivo del Cile nello spazio dell'Arsenale. Considerando l'importanza di questa vetrina, si sono uniti gli sforzi del Consiglio Nazionale della Cultura e le Arti (CNCA), del Ministero degli Esteri, mediante la Direzione Affari Culturali (DIRAC), della Fondazione Immagine del Cile, di Pro Chile e della Marina del Cile. Da Barcellona ha dato il suo contributo la Galleria Joan Prats e la Casa Editrice Poligrafa e dall'Italia l'Ambasciata del Cile a Roma.

In questa Biennale, Fernando Prats lavorera' con il teorico spagnolo Fernando Castro Flo'rez, curatore, e con il teorico e poeta cileno Antonio Are'valo, commissario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog