Cerca

Imprese: Turri (Federcostruzioni), internazionalizzazione unica via in mercato fermo (2)

Economia

(Adnkronos) - "Come Federcostruzioni - ricorda Turri - abbiamo sottoscritto un protocollo di Intesa con Simest", la finanziaria pubblico-privata che promuove lo sviluppo delle imprese italiane all'estero. "Federcostruzioni raggruppa 70 associazioni di categoria ed e' il terreno ideale per fare filiera e reti di impresa. Ci sono elementi che trainano come noi e ci sono elementi che non sono abituati all'estero" prosegue Turri, evidenziando che e' necessario "superare il discorso transitorio della ricerca dell'affare, cioe' l'import - export tradizionale".

Piuttosto, "e questo e' il senso dell'accordo, dobbiamo strutturarci nei paesi, che hanno i loro tassi di sviluppo che hanno magari barriere doganali importanti, come per esempio il Brasile, e dobbiamo cercare di investire in questi paesi. Credo che questa sia la sola via d'uscita nel contingente perche' l'Italia ha un costo del lavoro esorbitante, un costo dell'energia esorbitante, difficolta' finanziarie, visto che Basilea 3 e' un dato di fatto e ci sara' una stretta creditizia. Domanda poca, molta offerta e tanta crisi" chiosa.

Dal punto di vista del credito bancario, invece, all'indomani del rapporto Abi che da' conto di un aumento del 5% a marzo anno su anno, "la tendenza delle medie e piccole e' quella di non utilizzare l'effetto leva, ma solo l'indebitamento a breve e dunque effetto leva pari ad 1. Questo significa che scontano i contratti. Ma se non ci sono contratti, non c'e' nulla da scontare. Quindi non e' nemmeno colpa delle banche quanto del mercato e questa e' una conseguenza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog