Cerca

Bari: uccise le sue amanti madre e figlia e simulo' suicidio, scoperto dopo 7 anni/Il punto (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Nell'auto, c'erano alcuni biglietti manoscritti con cui la vittima sembrava scusarsi per l'omicidio della madre. La segnalazione ai carabinieri parti' proprio da Alfonzetti, trovato quasi nudo, sebbene fosse pieno inverno, accanto al cadavere della donna.

All'inzio le indagini, tenuto conto delle tracce di residui carboniosi derivanti dall'uso di armi sul corpo della donna e la supposizione che all'origine della tragedia ci potesse essere il possibile rimorso da parte di Eleonora, portarono a supporre che si era suicidata. Vennero escluse le responsabilita' dell'uomo che fu invece sottoposto a fermo il 18 gennaio del 2004 e successivamente riconosciuto colpevole e condannato all'ergastolo dalla Corte d'Appello di Lecce per l'omicidio della Lansmann.

Una serie di nuovi elementi investigativi derivanti da accurate ricerche, con l'ausilio di tecnologie sofisticate da parte dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari, coordinato dalla Procura della Repubblica, hanno consentito di accertare le responsabilita' a suo carico anche per la morte della 25enne. L'uomo, nonostante fosse sposato, aveva in precedenza avuto una storia sentimentale parallela con entrambe le vittime. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog