Cerca

Caso Garraffa: Dell'Utri assolto da tentata estorsione, fatto non sussiste

Cronaca

Milano, 20 mag. - (Adnkronos) - Assolto perche' "il fatto non sussiste". Il senatore del Pdl, Marcello Dell'Utri, e' stato assolto dai giudici milanesi dall'accusa di tentata estorsione nei confronti dell'imprenditore Vincenzo Garraffa, patron della Pallacanestro Trapani. Assolto anche il boss mafioso Vincenzo Virga che, secondo l'accusa, avrebbe concorso al reato.

Soddisfatti i legali dell'esponente politico, deluso invece l'imprenditore siciliano. "E' una vergogna vera", dice al termine dell'udienza e aggiunge: "come cittadino ed ex parlamentare non posso che avere fiducia e rispettare la sentenza, anche se ingiusta". Secondo l'accusa Dell'Utri e Virga avrebbero preteso, nell'interesse della societa' Pubblitalia 80 di cui Dell'Utri era presidente, il 50% 'in nero' della sponsorizzazione fornita alla societa' sportiva di pallacanestro, circa 1.500 milioni di lire, tra il 1991 e il 1992.

Per Pietro Federico e Giuseppe Di Peri, legali del senatore, la sentenza di oggi "servira' anche per il processo di Palermo dove c'e' stata una condanna in Appello a 7 anni anche perche' erano stati fatti riferimenti molto negativi a questa vicenda che adesso sono stati spazzati via dal verdetto. Una sentenza di assoluzione di questi tempi conta molto". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nessuno1

    20 Maggio 2011 - 21:09

    non m'importa piu' di tanto. Mi basta sapere che è stato condannato a due anni per associazione mafiosa e poi assolto per prescrizione per sapere che "brava persona" sia. Poi per questo processo per tentata estorsione c'è stata solo una testimonianza del presunto estorto, che ha detto che Dell'Utri gli avrebbe "consigliato di pagare perchè c'erano uomini e mezzi che l'avrebbero convinto". Anche lui ha dichiarato, intervistato, che usa la politica come scudo per processi di mafia, e da qui si capisce tutto.

    Report

    Rispondi

blog