Cerca

Carceri: visita Uil Pa in Calabria, situazione allarmante a Catanzaro e Rossano

Cronaca

Roma, 20 mag. - (Adnkronos) - Sovraffollamento e insufficienze organiche della Polizia penitenziaria. Sono le criticita' rilevate dalla Uil Pa Penitenziari, a conclusione di una visita di due giorni nelle carceri calabresi di Catanzaro e Rossano. Alla visita hanno partecipato, oltre al segretario generale Eugenio Sarno, il segretario nazionale, Giuseppe Sconza, e quello regionale, Gennarino De Fazio.

Per quanto riguarda i numeri, a Catanzaro a fronte di una ricettivita' massima di 354 detenuti sono ospitati 593 detenuti ( di cui 273 classificati A.S.), a Rossano la capienza massima e' fissata in 233 ma ieri erano presenti 358 detenuti ( di cui 171 Alta Sicurezza e 9 detenuti A.S. per terrorismo internazionale di matrice islamica). Sul fronte del personale a Catanzaro si afferma una vacanza organica di circa trentacinque unita' della polizia penitenziaria. Per quanto riguarda Rossano e la sua peculiarita' nel dovere detenere soggetti pericolosi e dalla particolare posizione giuridica, le dotazioni organiche dovrebbero essere rimpinguate con non meno di venti unita'.

''Cio' che desta maggiore apprensione - dichiara Eugenio Sarno commentando la visita - e' il desolante stato di abbandono in cui si sentono, giustamente, relegati tutti gli operatori penitenziari che e' anche correlato anche all'assenza di un Provveditore Regionale titolare. Assenza che, oramai, si protrae da circa un anno. E' evidente che la situazione penitenziaria calabra, con tutte le sue criticita' - conclude il segretario Uil Pa - sara' posta ai massimi livelli dell'Amministrazione Penitenziaria e del Ministero della Giustizia''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog