Cerca

Scuola: Lombardo, studio storia Sicilia per riconquista nostri diritti

Cronaca

Palermo, 20 mag. - (Adnkronos) - "Ritengo siano state sottovalutate la portata e le conseguenze della legge che prevede lo studio nella scuola del patrimonio linguistico e, soprattutto, della letteratura e della storia siciliana. Credo sia la piu' importante per una regione del Sud e per il recupero di una identita' che rischia di scomparire. Studiamo la storia di Roma, quella dell'Europa, la storia d'Italia, il Risorgimento, ed e' importante che sia cosi'. Pero' non ci occupiamo della storia del nostro territorio e questo e' un fatto di alienazione e di sradicamento da quella che e' una parte di noi". Lo dice sul suo blog il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.

"E' possibile che un siciliano non conosca, perche' e' stata rimossa dagli storici, la figura di Canepa, docente universitario geniale e capo della lotta indipendentista? - chiede il governatore - Molto della nostra autonomia si deve a quell'avvio di lotta indipendentista. Questo studio determinera' una coscienza e un orgoglio che ci consentiranno, anche in virtu' delle ingiustizie subite e delle responsabilita' gravissime delle classi dirigenti ascare meridionali, di riprendere la via della lotta per conquistare i nostri diritti e poter valorizzare e usare le nostre risorse e non quelle altrui".

"Un nord oggi avanzatissimo e un sud palla al piede non sono casuali e non sono dovute al fatto che, come diceva Lombroso, siamo minus habens. Abbiamo fatto tanti errori - conclude Lombardo - ma siamo stati oggetto di uno sfruttamento. La consapevolezza di questa realta' attraverso la storia e' rivoluzionaria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog