Cerca

Napoli: Stracquadanio (Pdl), D'Alema si assoggetta a giustizialismo

Politica

Roma, 21 mag. - (Adnkronos) - ''La decisione di D'Alema di sostenere direttamente, con tutta la sua autorevolezza, la candidatura di De Magistris a sindaco di Napoli e' figlia del ricatto. La personalita' politica che nel Pd ha sempre cercato di sostenere il primato della politica e del consenso, e cioe' del voto popolare, oggi si schiera a favore di uno dei campioni dei tagliagole giacobini che hanno distrutto il confronto politico in Italia e reso la sinistra vittima di una deriva autoritaria di stampo nazistoide''. Lo afferma il deputato del Pdl Giorgio Stracquadanio.

''D'Alema -aggiunge- sceglie De Magistris perche' poche settimane fa, all'apertura della campagna elettorale un pubblico ministero -quel Cascini segretario dell'Anm che ha sostenuto la tesi secondo la quale la maggioranza parlamentare non avrebbe 'titoli morali' per riformare la Costituzione- lo ha messo sotto inchiesta per i finanziamenti ricevuti dalla Fondazione Italianieuropei di cui D'Alema e' presidente. Si e' trattato di un avvertimento nei confronti di chi non ha mai sopportato la pretesa dei Pm di imporre la loro supremazia sulla politica. Oggi D'Alema invece di reagire a un attacco tutto politico che gli e' venuto dalla magistratura militante, cede al ricatto e si assoggetta al giustizialismo. E' un decisione scellerata che distrugge le ultime speranze di una sinistra socialdemocratica e che consegna le chiavi dell'opposizione alla magistratura militante''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog