Cerca

Genova: parroco diventa papa', una debolezza ma accetto la responsabilita' (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La Chiesa deve lasciarlo andare via'', e' l'appello rivolto alla Curia dalla madre del bambino che, sulle pagine dello stesso quotidiano, spiega: ''Non voglio vivere all'infinito in questa sistuazione di clandestinita'. E soprattutto temo che i servizi sociali mi portino via mio figlio, solo perche' non viene consentito al mio uomo di riconoscere la paternita'''.

"Io adoro il bambino - ribatte don Marco - e sto facendo il possibile perche' cio' non accada. Purtroppo ho dei problemi di salute, soffro di una malattia degenerativa progressiva. Quindi non so se tra sei mesi, un anno, non mi ritrovero' su una sedia a rotelle e non potro' piu' prendermi cura di loro. Nel frattempo pero' sono qui, e non mi tiro indietro, con il sostegno della Chiesa genovese che fra l'altro vive oggi un momento difficilissimo", aggiunge il sacerdote, che ribatte sdegnato a chi accusa la Curia genovese di aver voluto 'insabbiare' la vicenda. "La Curia non insabbia nulla. Ci e' stata e ci e' molto vicina. Un futuro, insieme a questa donna, non dipende dalla Curia, tantomeno dai giornali", conclude il sacerdote.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog