Cerca

**Banche&Assicurazioni**

Finanza

Milano, 21 mag. (Adnkronos) - Le banche ''non servono a nulla'', chi ha un'idea non deve farsi finanziare da loro. Lo denuncia all'ADNKRONOS Carlo Vichi, fondatore dell'azienda Mivar. "Io -sottolinea- non mi sono mai fatto finanziare dalle banche. Quello che uno deve fare lo deve fare con i mezzi propri oppure trovare qualcuno che ci crede e si assume il rischio di finanziarlo". Vichi, fondo' la Mivar, il maggior produttore di televisori italiani che ha lo stabilimento ad Abbiategrasso in provincia di Milano, nel 1945 e da allora e' sempre stato al timone della sua azienda.

Il proprietario della storica azienda milanese ritiene che se una persona ha un'idea, la deve realizzare lavorando e sfruttando le possibilita' che ha a disposizione proprio come fece lui agli inizi. "Chi ha le idee -dice- trova il modo per realizzarle, io personalmente delle banche mi fido poco perche' cercano sempre di speculare". Il titolare della Mivar ricorda anche una breve esperienza all'interno di un istituto di credito. Per un periodo di circa tre anni e' stato membro del cda della Banca Popolare di Abbiategrasso.

"Ho fatto -spiega- il consigliere della Popolare di Abbiategrasso perche' pensavo di andare li a parlare di economia ma alla fine si parlava solo di speculazioni". Secondo Vichi per riuscire a realizzare un'idea e aprire una piccola impresa bisogna lavorare duramente, "spendere ma non consumare" e autofinanziarsi. E' se i mezzi che si hanno a disposizione non sono sufficienti, una volta aperta l'attivita', trovare delle persone che si fidano e contribuiscono con il denaro mancante. "Io -ricorda- ho trovato persone che mi hanno finanziato ma perche' ebbi i soldi per aprire una fabbrichetta". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog