Cerca

Venezia: tenta suicidio, salvata grazie ad amica di chat

Cronaca

Milano, 21 mag. (Adnkronos) - Una ragazza della provincia di Venezia ha tentato di suicidarsi in casa propria ingerendo un cocktail di farmaci, ma una sua amica di chat ha avvertito il 113 di Como, i cui operatori, insieme ai carabinieri e al commissariato di Polizia del posto, sono riusciti a salvarla. Lo riferisce la Questura di Como. Ieri alle 15.15 e' arrivata al 113 comasco la telefonata di una ragazza (Maria, ma il nome e' fittizio) in ansia per una propria amica di chat (Anna, altro nome fittizio), chiedendo aiuto agli operatori perche' Anna aveva manifestato l'intenzione di suicidarsi.

Maria, non conoscendo personalmente l'amica virtuale, ha fornito agli agenti gli unici elementi di cui disponeva per poterla rintracciare: le utenze cellulari e il nome di battesimo. Gli operatori sono riusciti a a risalire al nome completo di Anna ed al suo indirizzo, individuandone la residenza in provincia di Venezia. Gli operatori hanno poi comunicato quanto scoperto al Commissariato di zona che, insieme ai Carabinieri, ha deciso di inviare personale nel'abitazione di Anna.

Grazie alla preoccupazione dell'amica ed alla tempestivita' nell'attivita' di indagine degli agenti del 113, Anna, che e' stata trovata in stato di incoscienza dopo che aveva ingerito un micidiale cocktail di farmaci, e' stata salvata. Dopo le prime cure sul posto la ragazza e' stata trasportata in ospedale dove i medici, nonostante le condizioni critiche, escludono il pericolo di morte. Gli operatori di Como hanno comunicato la bella notizia a Maria che ha ringraziato gli agenti commossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog