Cerca

Sanita': Latteri (Mpa), preoccupati per parole Fazio su Sicilia

Cronaca

Palermo, 21 mag. - (Adnkronos) - "Le dichiarazioni del ministro Fazio sul sistema sanitario siciliano lasciano una sensazione di severa preoccupazione." Lo ha dichiarato il parlamentare del Movimento per le Autonomie, Ferdinando Latteri, che ha aggiunto: "Durante il 'question time' di mercoledi' scorso, in risposta all'interrogazione di un gruppo di deputati siciliani, il ministro ha sottolineato il mancato conseguimento di importanti obbiettivi del piano sanitario regionale, l'incapacita' di riorganizzare il sistema sanitario regionale, le difficolta' di recupero rispetto ad impegni di riduzione di spesa gia' assunti e, soprattutto, il pericolo che la riduzione dell'apporto regionale al finanziamento della spesa sanitaria incida in maniera irreversibilmente negativa sulla concreta attuazione del diritto alla salute".

"Nessuno si era mai illuso - ha detto ancora Latteri - che le difficolta' e le distorsioni esistenti, tramandate da tanti governi regionali, potessero essere cancellate con azioni piu' o meno tempestive. 'Veni, vidi, vici' e' solo una ricostruzione romanzata della storia vera di un generale che si era fatte le ossa sul campo e aveva conquistato i cuori dei propri soldati. Nella realta' non esiste un generale che, da solo e dall'alto, contando solo sul proprio potere, possa vincere una battaglia (ancor meno una guerra) senza il convincimento del suo stato maggiore; senza il consenso, non per timore o per paura, di chi deve combattere (il mondo sanitario); senza l'adesione vera e il convinto sostegno del popolo e dell'utenza".

"Allo stesso modo, - ha aggiunto il deputato autonomista - nessuna riforma puo' essere attuata senza aver prima convinto gli utenti della bonta', della credibilita' e della serieta' di un progetto con l'esempio, il comportamento e la competenza. Ancor peggio se la riforma si esaurisce in una serie di tagli che si limitano ad anticipare il risultato finanziario senza garantire alternative di servizi.Anche se ci fosse - ha concluso Latteri -, la volonta', da sola, non basterebbe, senza la dovuta competenza e senza metterci l'entusiasta passione e la sensibilita' per chi lavora e per chi soffre".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog