Cerca

Lucca: latte alla spina e mercati riuso, Capannori punta a rifiuti zero entro 2020 (2)

Cronaca

(Adnkronos) - E' la naturale conseguenza del porta a porta 'spinto' che a Capannori, come riferisce il sindaco, ha portato in 4 anni la percentuale di differenziata dal 35 all'82%. "Si divide l'organico, la carta, il multimateriale come vetro, plastica e lattine, il materiale indifferenziato", afferma Del Ghingaro. La 'porta a porta' viene fatta su 46mila abitanti, 17mila famiglie e su 3mila piccole aziende del territorio.

A cio' si aggiungono circa 2.500 famiglie che fanno l'autocompostaggio domestico, guadagnando uno sconto sulla tariffa del 10% sulla parte variabile. Al bando i cassonetti per strada e stop ai grandi autocompattatori: solo mezzi elettrici e a metano per passare, casa per casa, a ritirare le buste: "un sistema - osserva il primo cittadino - che ha permesso di fare 50 nuove assunzioni, mantenendo i nostri bilanci in equilibrio grazie al risparmio ottenuto dalla differenziata".

Tutto cio', secondo il primo cittadino, si accompagna a una serie di iniziative, studiate apposta per ridurre imballaggi. Nelle mense scolastiche, le bottiglie di plastica hanno lasciato il posto alle caraffe con l''acqua del sindaco' e in una sessantina di negozi i detersivi sono venduti alla spina. Cosi' come il latte: "abbiamo realizzato due distributori di latte alla spina appena munto, rifornito da due allevatori locali - aggiunge il primo cittadino - un litro di latte costa 1 euro, meno che al supermercato, e allo stesso tempo otteniamo il risultato di valorizzare la filiera corta". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog