Cerca

Matera: cimelio bellico conteso tra Accettura e Tricarico, scoppia la 'disfida' del cannone/Adnkronos

Cronaca

Matera, 22 mag. - (Adnkronos) - In Basilicata l'hanno gia' ribattezzata ''la guerra del cannone'': e' la singolare ''disfida'' che si e' venuta a creare sulla Collina Materana tra i Comuni di Accettura e di Tricarico. Il tutto per un cimelio bellico da esporre in un monumento ai caduti.

Il neo-sindaco di Tricarico, Antonio Melfi, politico lucano di lungo corso, ha mantenuto il primo impegno del suo programma politico: riportare il cannone nel suo paese. Infatti, poco piu' di un anno prima, il suo predecessore aveva concesso in comodato d'uso gratuito al Comune di Accettura uno di due cannoni concessi dal Demanio marittimo molto tempo fa a Tricarico. Il Comune confinante lo aveva utilizzato per allestire un monumento ai caduti di tutte le guerre e per dare un segnale di pace ne aveva tappato la bocca. Nella campagna elettorale, stravinta, Melfi aveva preso questo solenne impegno. E cosi' e' stato.

Con un furgoncino munito di gru, un vigile urbano e dei simpatizzanti si e' presentato nella piazza di Accettura dove il cannone e' stato disancorato e portato via e poi fissato nella piazza di Tricarico insieme all'altro. Una vicenda che ha inorgoglito i tricaricesi e creato malumori tra gli accetturesi. Tra i sindaci, invece, la linea e' del ''fair play''. Ma molti si chiedono se non sia il caso di pensare a questioni piu' serie. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog