Cerca

Matera: cimelio bellico conteso tra Accettura e Tricarico, scoppia la 'disfida' del cannone (2)

Cronaca

(Adnkronos) - In Basilicata e' il ''caso'' del momento. Si sprecano definizioni e commenti. Si cita il poema eroicomico di Alessandro Tassoni che, mischiando realta' e fantasia, racconta della guerra tra Bologna e Modena scaturita nel 1300 dal furto di una secchia in legno da un pozzo, di nessun valore. Si rievoca la storia locale, allorche' in una lite giudiziaria Accettura ebbe la meglio un secolo e mezzo fa ottenendo la proprieta' della Foresta di Gallipoli Cognato (oggi fa parte dell'omonimo Parco regionale) mentre Tricarico ne rivendicava il possesso alle Clarisse del suo territorio. Sulla vicenda non mancano le ironie.

Soprattutto se guardata dall'esterno. Ma nei due paesi c'e' chi la prende sul serio. Come il sindaco di Tricarico, appunto. Che subito dopo la sua rielezione - e' stato sindaco in altri mandati nonche' consigliere regionale - si e' annunciato al collega di Accettura, Nicola Buonanova, con una semplice telefonata in cui anticipava l'intenzione di riprendersi il cannone che era stato concesso in comodato d'uso, con l'intesa di restituirlo appena il Comune di Tricarico lo avesse voluto.

Ma non si e' attesa la restituzione. Melfi e' andato a riprenderselo con un gruppetto di concittadini. Nella piazza principale di Accettura la sorpresa e' stata grande. Hanno assistito in tanti (non c'era, pero', il sindaco) ma senza opporsi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog