Cerca

Mafia: Gelmini, aula bunker simbolo Italia che non si arrende

Cronaca

Palermo, 23 mag. - (Adnkronos) - "L'aula bunker e' il simbolo dell'Italia che non si arrende". Lo ha affermato il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini arrivando nell'aula dove si sono celebrati i processi di mafia. Incontrando gli studenti e visitando gli stand del 'Villaggio della legalita'' il ministro ha ricordato che quella di oggi per le migliaia di studenti che sono giunti a Palermo da tutta Italia e' una giornata particolare "un momento cruciale di un percorso che le scuole hanno portato avanti per tutto l'anno".

Un momento in cui ribadire il proprio no alle mafie e per ricordare "un attacco indelebile contro un servitore dello Stato, e contro la giustizia. Un momento di grande mobilitazione degli studenti che ci da' la speranza per il futuro. Perche' -ha aggiunto- come diceva Falcone la mafia va combattuta non attribuendo a pochi il compito ma assumendosi ciascuno la propria responsbailita'. E la scuola ha dimostrato di essere in grado. Oggi -ha proseguito- e' una giornata che non potranno dimenticare sia per il luogo in cui si trovano in questo momento, dove e' stato celebrato il processo alla mafia ma anche perche' e' un simbolo della lotta alle mafie cosi' come i beni confiscati in cui si svolgono attivita' di istruzione per i giovani". "L'aula bunker -ha concluso- e' il simbolo dell'Italia che non si arrende".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog