Cerca

Salari: Istat, evoluzione stagnante produttivita' blocca aumento

Economia

Roma, 23 mag. - (Adnkronos) - ''L'evoluzione stagnante della produttivita' ha rappresentato un limite all'espansione dei salari, contribuendo alla debolezza della domanda interna nel corso dell'intero decennio''. E' quanto afferma l'Istat nel rapporto annuale 'La situazione del paese nel 2010', secondo cui la ''modestissima dinamica dell'economia italiana e' stata anche il risultato di una protratta debolezza sia della domanda interna sia di quella estera, che perdura anche in questa fase di ripresa''.

Alla crescita modesta dell'ultimo decennio, si legge nel rapporto, e' corrisposta una ''forte capacita' dell'economia italiana di generare occupazione, per l'effetto congiunto delle riforme del mercato del lavoro e dello sviluppo di attivita' a maggiore intensita' di manodopera''. Di riflesso, la produttivita' del lavoro nel periodo di espansione 2001-2007 ''e' cresciuta in misura molto modesta'', segnando una caduta del 3,6 per cento (in termini di valore aggiunto per Unita' di lavoro) nel biennio 2008-2009. La produttivita' ha poi registrato un recupero del 2,2 per cento nel 2010, collocandosi pero' sotto il livello del 2000.

Passando agli ultimi dati l'Istituto sottolinea come nella recente fase di recupero dell'attivita' produttiva, l'input di lavoro totale ha continuato a diminuire, ma ''con un ritmo via via attenuato sino a mostrare un primo segnale, ancora incerto, di inversione di tendenza all'inizio del 2011''. Nel 2010, a un aumento del prodotto interno lordo dell'1,3 per cento e' corrisposta una riduzione dell'occupazione, in termini di unita' di lavoro a tempo pieno (Ula), dello 0,7 per cento. Poiche' l'anno precedente essa era calata del 2,9 per cento, il bilancio complessivo in termini di Ula perse nel corso del biennio e' di 890 mila unita'. La caduta occupazionale risulta meno ampia (circa 680 mila) se misurata in termini di posizioni lavorative.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog