Cerca

Universita': Istat, solo 2 atenei italiani tra i primi 200 al mondo

Altro

Roma, 23 mag. (Adnkronos) - Tra le prime 100 universita' nel mondo (indicatore sintetico Arwu, Academic Ranking of World Universities), 75 sono complessivamente distribuite in soli 4 Paesi: Stati Uniti, Regno Unito, Giappone e Germania. Per veder apparire l'Italia, bisogna allargare la classifica alle prime 200, dove figura con il 2 per cento, dietro la Francia (3,5 per cento) e la Germania (7 per cento). E' quanto evidenzia il Rapporto Annuale dell'Istat, che fotografa la situazione del Paese nel 2010.

Nella Strategia Europa 2020, il 40 per cento dei 30-34enni deve avere un'istruzione universitaria o equivalente. La media Ue e' pari al 32,2 e dieci paesi (tra i quali Francia e Regno Unito) hanno gia' superato il livello atteso. Il Programma nazionale di riforma (Pnr) fissa l'obiettivo per l'Italia tra il 26 e il 27 per cento, con un incremento atteso di circa 7 punti percentuali rispetto al valore attuale (19,8 per cento), in linea con la tendenza media degli ultimi 6 anni.

Le differenze di genere, spiega l'Istituto nazionale di statistica, appaiono consistenti a favore delle donne (24,2 per cento di laureate a fronte del 15,5 per cento dei coetanei 30-34enni) e anche la tendenza premia la componente femminile, con incrementi medi di poco inferiori al punto percentuale annuo (piu' del doppio della corrispondente tendenza per gli uomini).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog