Cerca

Mafia: Gelmini, quando vogliamo possiamo contrastarla

Politica

Palermo, 23 mag. - (Adnkronos) - "La memoria e' un dovere fondamentale per un popolo che vuole sentirsi unito". Lo ha affemato ilminsitro dell'Istruzione Mariastella Gelmini nell'aula bunker, gremita di studenti provenienti da tutta Italia, intervenendo alle celebrazioni per il 19° anniversario della strage di Capaci. Memoria che, ha evidenziato il ministro e' compito della scuola trasmettere. "La mafia -ha sottolineato Gelmini- vorrebbe uno Stato distratto e logorato dalle contrapposizioni e cittadini distratti conniventi e arrendevoli e -ha aggiunto- in qualche momento sembra che queste condizioni si verifichino ma non e' cosi".

Riferendosi alle migliaia di studenti che ascoltano in silenzio e con partecipazione gli interventi che si susseguono sul palco Gelmini ha ribadito che "la loro presenza, l'amore per la liberta' e l'educazione alla legalita' sono elementi che danno speranza e testrimoniano che la lotta alla mafia e' possibile e quando vogliamo possiamo contrastarla".

Tornando al ruolo fondamentale della scuola, Gelmini ha detto che "e' il luogo dove si formano le coscenze, i cittadini di domani", e i ragazzi che sono qui rappresentano "un percorso ideale dell'Italia per giungere in questa citta' e far dialogare i giovani provenienti da tante citta' perche' -ha evidenziato- la mafia non si combatte solo in Sicilia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog