Cerca

Mafia: Maroni, 20 mld di beni non ancora assegnati

Cronaca

Palermo, 23 mag. - (Adnkronos) - Sono circa 44mila per un valore di oltre 20 miliardi di euro i beni confiscati alla mafia e non ancora assegnati. Si tratta di un bene che "deve essere fatto fruttare e messo a disposizione dei citadini onesti". Lo ha affermato il ministro dell'Interno Roberto Maroni intervenendo questa mattina nell'aula bunker di Palermo alle celebrazioni del 19° anniversario della strage di Capaci. "La mafia -ha ricordato Maroni- va colpita combattendo le organizzazioni ma soprattutto, colpendola al portafoglio".

Sollecitato da Giovanni Minoli che modera il dibattito, Maroni ha ricordato alcuni esempi di riutilizzo di questi beni sottratti alla criminalita' tra cui, una villa in Valtellina trasformata dal sindaco in un asilo nido e la villa di Toto' Riina a Corleone trasformata dai ragazzi di Libera in un agriturismo. "Questi ragazzi -ha sottolineato Maroni- hanno vinto". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog