Cerca

Mafia: Lo Bello (Confindustria Sicilia), per alcune imprese ancora conveniente

Cronaca

Palermo, 23 mag. - (Adnkronos) - Ancora oggi ci sono alcune imprese che ritengono conveniente il contratto" con la mafia. Lo ha affermato il presidente di Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello intervenendo questa mattina nell'aula bunker di Palermo dove migliaia di studenti provenienti da tutta Italia partecipano alle commemorazioni della strage di Capaci. Per le imprese, ha evidenziato Lo Bello, ci sono tre cose fondamentali: la capacita' repressiva delle forze dell'ordine e dello Stato che, ha evidenziato "c'e' stata", una societa' civile che si mette al fianco di chi si ribella e istituzioni impermeabili al potere mafioso.

I risultati ottenuti da Confindustria Sicilia che ha previsto che l'espulsione di quelle aziende che non denunciano e pagano il pizzo sono stati "risultati positivi non solo dal punto di vista quantitativo -ha evidenziato il numero uno dell'organizzazione- ma e' stato un grande successo per il cambiamento che ha prodotto a livello culturale. Se cambi la testa -ha sottolineato- ottieni risultati duraturi". Quando lo Stato ha dimostrato di cambiare lo scenario ha aggiunto Lo Bello "ha dato fiducia agli imprenditori. Fondamentale, in questo senso, e' stato anche l'apporto dei giovani di 'Addiopizzo' un modello per tutti quei giovani che vogliono impegnarsi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog