Cerca

Unita' d'Italia: a Livorno un convegno su 150 anni di scuola pubblica (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Il reclutamento degli insegnanti, per i diversi ordini di scuola, non fu un problema semplice, tanto che per qualche tempo fu possibile insegnare senza laurea e senza concorso. A partire dagli ultimi decenni dell'800, l'esigenza di riformare e migliorare l'istruzione scolastica fu fortemente sentita negli ambienti intellettuali, ivi compresa la comunita' scientifica.

Da una parte, nell'eta' del positivismo si fece valere l'esigenza di ampliare il ruolo dell'istruzione scientifica: dall'altra, in particolare nell'ambiente neoidealistico, si deploro' l'abbassamento del livello degli studi, connesso a tali novita', e si punto' - all'insegna del motto "poche scuole, ma buone" - a ripristinare il vecchio asse umanistico, riaffermato dalla Riforma Gentile del 1923.

Le successive riforme novecentesche - fra le quali spicca, per importanza ed incisivita', l'introduzione nei primi anni Sessanta della scuola media unica - hanno ruotato in gran parte intorno ai problemi posti allora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog