Cerca

Caso Coppola: bancarotta e appropriazione indebita, nuove accuse per immobiliarista

Cronaca

Roma, 23 mag. - (Adnkronos) - Nuove accuse di bancarotta fraudolenta per distrazione e appropriazione indebita per l'imprenditore Danilo Coppola e altre 11 persone a conclusione di un'indagine svolta dai pubblici ministeri Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli. Coppola, che e' gia' stato condannato a 6 anni di reclusione per il fallimento della sua societa' Micop, in concorso con le altre persone coinvolte nell'indagine e' accusato di due episodi.

Il primo di bancarotta si riferisce alla sottrazione avvenuta nel 2004 di 14 mln di euro sottratti dalla societa' Spazio 91. Questa lo scorso anno e' stata messa al concordato preventivo dal Tribunale di Velletri. Il danaro secondo l'accusa fu poi trasferito ad altre societa' del gruppo Coppola.

Insieme con il denaro sarebbero stati sottratti anche documentazioni verso le quali sarebbe stato possibile ricostruire gli affari della societa'. Di questo episodio sono chiamati a rispondere anche Antonio Baldassarre, Gaetano Bolognese e Giancarlo Tumino, tutti collaboratori di Coppola. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog