Cerca

Bologna: musica fino a notte fonda in zona universitaria, 28 denunce

Cronaca

Bologna, 23 mag. (Adnkronos) - Ventotto persone, per lo piu' studenti universitari legati al Collettivo universitario autonomo (Cua), sono state denunciate dalla Digos di Bologna per tre serate di musica organizzate senza preavviso nella zona universitaria del capoluogo emiliano. Nel mirino della Questura e' finita l'iniziativa ''Brain runner'' in programma dal 17 al 19 maggio scorso. Impossibilitati a dormire numerosi residenti hanno chiamato il 113 che una volta sul posto hanno identificato le 28 persone. Per tutte e' scattata una denuncia a vario titolo per manifestazione non preavvisata e disturbo del riposo delle persone.

Inoltre sono state contestate loro delle violazioni amministrative come la somministrazione di bevande, l'occupazione del suolo pubblico e le emissioni sonore. Alcune di loro sono gia' note alle forze dell'ordine e gia' denunciate in passato per altre manifestazioni. La kermesse, di musica e spettacoli, era stata organizzata per discutere della riforma del ministro Gelmini, della stessa piazza Verdi e di quelle che vengono definite ''le assurde inchieste giudiziarie di questi giorni''.

Il giorno dopo il comitato dei residenti ''Stop al degrado'' aveva inviato un telegramma a prefetto, questore e commissario prefettizio per lamentare quello che era accaduto e che aveva a loro avviso impedito alla gente di dormire a causa della musica alta fino a notte fonda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog