Cerca

Enologia: l'Europa del vino discute a Firenze sui diritti di impianto (2)

Economia

(Adnkronos) - Il dibattito sara' animato dalla relazione di Riccardo Ricci Curbastro, presidente Efow (European Federation of Origin Wines - Bruxelles) e presidente Federdoc (Federazione Italiana Consorzi Tutela vini Doc), e dagli interventi di Fernando Prieto-Ruiz, presidente della Cecrv (Conferencia Espanola de Consejos Reguladores Vitivinicolas - Madrid) e vice-Presidente Efow, Pascal Ferat, membro della Cnaoc (Confederation Francaise des Producteurs des Vins Aoc) e presidente del ''Syndicat General des Vignerons de la Champagne''.

Un board d'eccezione che si esprime da tempo in sede europea attraverso la Efow, l'associazione nata per rappresentare, tutelare e promuovere i vini europei con denominazione di origine e indicazione geografica all'interno della Comunita' e nel mondo.

Ricci Curbastro e' preoccupato per le prospettive del settore: ''La liberalizzazione totale dei diritti di impianto dal 2016 avrebbe conseguenze drammatiche sul settore dei vini di qualita', tra cui sovrapproduzioni e conseguenti crolli dei prezzi, delocalizzazioni e perdita dei posti di lavoro, industrializzazione del prodotto e perdita della qualita'; gia' l'abbassamento del valore patrimoniale dei terreni e' in atto''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog