Cerca

Mafia: Errani (Emilia Romagna), Paese deve molto a Falcone e Borsellino (2)

Cronaca

(Adnkronos) - "Il sacrificio dei tanti giudici caduti sotto i colpi delle mafie, da Chinnici a Terranova, da Livatino allo stesso Borsellino e a tanti altri ancora, dovrebbe far riflettere chi oggi parla dei magistrati con parole che offendono non solo la memoria di chi e' caduto, ma anche il lavoro di chi si batte ogni giorno contro il crimine" aggiunge Errani, che precisa "per condurre questa guerra non servono affermazioni di principio. Occorre fare cose concrete, come Falcone ci ha insegnato.

"E' in questo solco - ricorda Errani che sta la decisione della Regione Emilia- Romagna di approvare una legge, appena entrata in vigore, che ha come obiettivo quello di contrastare le infiltrazioni mafiose nel nostro tessuto sociale ed economico". "Non una legge-manifesto, ma una legge fatta di cose concrete" che precisa Errani, parlando del nuovo provvedimento regionale, "consente ai Comuni di utilizzare al meglio i beni confiscati alla mafia, di prevenire l'usura, di osservare l'evolversi dei fenomeni criminali, di collaborare attivamente con le forze dell'ordine per la lotta al crimine". Tuttavia, il presidente della Regione, fa appello "ad azioni congiunte" perche', conclude, "una singola risposta e' importante ma non basta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog