Cerca

Immigrati: Caner (Lega), in Veneto sindaci pagano politica estera bombarola

Cronaca

Venezia, 23 mag. (Adnkronos) - ''Zaia rispetta il volere popolare dei sindaci, che hanno il pieno diritto di rifiutare l'ospitalita' ai profughi se nel loro territorio non c'e' posto. La vera discrasia si nota invece tra le parole dei vertici del Pdl, non ultimi Bond, Cortelazzo e Castro, e il comportamento dei loro primi cittadini, che non mi sembra stiano facendo a gara per ospitare immigrati dei quali la vera responsabilita' sta nella politica estera 'bombarola' di Berlusconi e Frattini cui la Lega a Roma si e' opposta fin dal primo momento''. Il capogruppo leghista in Consiglio regionale veneto, Federico Caner interviene sugli attacchi lanciati dagli alleati del Pdl al governatore Zaia per la gestione della questione profughi.

''Gia' due mesi fa, precisamente il 31 marzo - prosegue - Bond dichiarava che il Veneto era pronto ad accogliere queste persone, specificando che in una regione civile si vede anche questo e che avrebbe contattato Frattini per introdurre un criterio matematico nella suddivisione degli arrivi".

"Purtroppo a queste sue aperture, nelle successive settimane non ha fatto seguito alcuna disponibilita' da parte dei suoi amministratori, mentre vediamo che la parte piu' consistente degli immigrati e' ospitata dalla Provincia leghista di Venezia - sottolinea Caner - Volendo proprio essere sinceri, il comportamento dei sindaci leghisti non e' del tutto da biasimare, ed anzi e' coerente con la netta contrarieta' del Carroccio a bombardare la Libia e con l'allarme che da sempre lanciamo sul fatto che il Veneto e' saturo dal punto di vista dell'immigrazione''.(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog