Cerca

Milano: Di Pietro, pericolo non sono i musulmani ma i cocainomani

Politica

Roma, 23 mag. (Adnkronos) - "Ricordo al presidente del consiglio che siamo in un paese civile, nel quale tutti hanno il diritto di professare la propria fede religiosa". Lo ha detto il presidente dell'Idv, Antonio Di Pietro, nel commentare il continuo richiamo del centrodestra, nella propria campagna elettorale a Milano, a un rischio di islamizzazione della citta' accompagnato dall'apertura di nuove moschee.

"Il rischio per il nostro Paese non sono i predicatori dell'Islam o del cattolicesimo ma che ci sia qualche cocainomane che se la prende con i bambini. Questo e' il vero rischio", ha concluso Di Pietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog