Cerca

Siria: Damasco contro Ue, sanzioni sono ingerenza in affari interni

Esteri

Damasco, 23 mag. - (Adnkronos/Aki) - ''La Siria condanna le decisioni annunciate dall'Unione europea (contro essa e contro il popolo siriano) proprio nel momento in cui si sta impegnando per salvaguardare la sicurezza del Paese e per avviare un dialogo nazionale e inclusivo che porti alla conclusione dei piani di riforme economiche, politiche e socialei secondo la tabella di marcia stabilita''. E' questa la posizione ufficiale del governo di Damasco in merito alle sanzioni imposte dalla Ue per la dura repressione messa in atto dal presidente Bashar al-Assad nei confronti dei manifestanti che da meta' marzo scendono in strada per chiedere riforme democratiche e le sue dimissioni. Lo rivela l'agenzia di stampa di Stato 'Sana' citando una fonte presidenziale. Il giudizio nei confronti delle sanzioni dell'Unione euroepea, cosi' come di quelle annunciate dagli Stati Uniti, e' che si tratta di una ''ingerenza inaccettabile negli affari siriani interni e un tentativo di mettere a rischio la sicurezza del Paese''.

Secondo i siriani, si sta assistendo, da parte dell'Unione europea, a un ''appropiarsi di una decisione che riguarda sia il presente, sia il futuro del popolo siriano''. L'accusa viene rivolta in particolare alla Gran Bretagna e alla Francia, ''due Paesi che hanno un noto passato colonialista'' e che vengono accusati ''di aver svolto un ruolo fondamentale per l'applicazione di queste sanzioni''. In conclusione, la fonte presidenziale sostiene che ''la Siria afferma la propria intenzione a completare i piani di riforma e ribadisce la propria indipendenza e sovranita' per quanto riguarda le decisoni su questioni che interessano il Paese e per la sicurezza dei propri cittadini''. In ogni caso, nonostante il sacrificio che comportera' il rispetto di queste sanzioni, si legge ancora sull'agenzia di Stato, non verra' modificata la linea di azione del governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog