Cerca

Omicidio Scazzi: legale zia Sarah, esami tecnici non sono decisivi (3)

Cronaca

(Adnkronos) - L'avvocato De Jaco torna a sottolineare la sentenza della Corte di Cassazione di lunedi' scorso che ha annullato con rinvio una delle ordinanze del Tribunale del Riesame di Taranto che avevano confermato la detenzione in carcere di Sabrina Misseri.

''Quella sentenza dice alcune cose chiare e importanti - afferma - per prima cosa che Michele Misseri e' inattendibile perche' suggestionabile e che durante le indagini gli sono state poste domande suggestive''. Inoltre ha sentenziato che ''tutte le prove - rileva De Jaco - non sono prove ma indizi non riscontrati, ne' riscontrabili in un dibattimento con il rischio che vengano assolti sia Sabrina che Michele".

"Il Tribunale del Riesame, sempre secondo la Cassazione, si e' arrogato il diritto di un giudizio di legittimita' e d'altro canto non ha valutato alcuni elementi di prova. Poi la Cassazione si chiede: perche' Misseri e' credibile quando accusa Sabrina e non lo e' quando la discolpa? Le tesi difensive sono assolutamente fondate - continua il legale citando la Suprema Corte - e occorre attrezzarsi per confutarle. Quando si hanno degli indizi, bisogna ricorrere al principio 'In dubio pro reo' e comunque devono reggere alla prova del dibattimento''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog