Cerca

Paolo Nespoli ritorna sulla Terra, la navetta Soyuz atterrata in Kazakhstan

Esteri

Mosca, 24 mag. - (Adnkronos/Ign) - E' terminata la missione di Paolo Nespoli nello spazio. Dopo 159 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), l'astronauta italiano fa rotta verso la Terra. E' atterrata alle 8.27 di questa mattina (le 4.27 ora italiana) nelle steppe del Kazakistan ha navetta russa Soyuz, con a bordo gli astronauti dell'Iss, l'americana Catherine Coleman, il russo Dmitry Kondratyev e l'italiano Paolo Nespoli. "Stanno tutti bene", ha reso noto la Nasa, precisando che la Soyuz aveva lasciato cinque ore prima la stazione spaziale, dove rimane invece ancora attraccato lo shuttle Endeavour.

Con una manovra mai effettuata prima, il comandante Kondratyev ha fermato la Soyuz e invertito la direzione di 129 gradi a quasi duecento metri di distanza dalla struttura orbitante per consentire per 25 minuti a Nespoli di scattare fotografie ravvicinate e del tutto inedite della stazione e dello shuttle Endeavour alla sua ultima missione nello spazio. Le immagini saranno visibili a partire da domani o dopo.

L'Endeavour si staccherà dalla stazione il 29 per atterrare al Centro spaziale di Cape Canaveral il primo giugno. L'equipaggio comandato da Mark Kelly e di cui fa parte il pilota dell'aeronautica italiano Roberto Vittori, lascerà gli astronauti rimasti sulla stazione, Andrei Borisenko, Alexandr Samokutyaev e Ronald Garan.

Partito dalla base di Baikonour (sempre nel Kazakistan), la missione di Paolo Nespoli sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) era iniziata il 15 dicembre scorso: è durata oltre cinque mesi, per la precisione 159 giorni sette ore e 17 minuti in tutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog